Con questo blog vogliamo ricercare approfondimenti e spunti sul mondo del pavimento a 360 gradi, perché la complessità ed il fascino di questo mondo, che si compone di tecnologia, artigianalità, design, creatività e molto altro, non smette mai di stupirci… e siamo certi stupiranno anche te.

Quando la luce è fuori, è subito design

lunedì 10 novembre 2014
Marketing Mirage
Scritto da
Marketing Mirage

Quando si parla di outdoor, il duplice valore dell'illuminazione - funzionale ed estetico - è particolarmente importante. Le fonti luminose per esterni hanno infatti la capacità di rendere anche il contrasto luce/buio un elemento di design.
Un giardino o un balcone ben illuminato, poi, ci consentono di estendere lo spazio vivibile dell’abitazione, non solo nei mesi estivi. Le tradizionali barriere di finestre e porte non rappresentano più confini concettuali: la cura per il dettaglio e il giusto accessorio dilaga all’esterno creando rimandi con gli arredi indoor.

Oggi le fonti luminose si plasmano in forme svariate e fantasiose. Soluzioni minimali come piccole luci incastonate nel terreno si affiancano a lampioni e lampade di design che vivacizzano sentieri, camminamenti e gli spazi verdi del prato.
Anche i materiali a disposizione offrono un ventaglio decisamente ampio di scelta.
Ideali contro le intemperie e l’antiestetica ruggine, le superfici di lampade in polipropilene, policarbonato o resina sono facili da pulire e resistono ad ogni agente atmosferico.
Si tratta inoltre di elementi di design fortemente duttili: la luce si lascia ingabbiare da formati esili, tondeggianti o squadrati per irradiare lo spazio verde a disposizione con piacevoli effetti.
Sorgenti luminose di questo tipo possono essere posizionate sia nelle zone interne di strutture come i bordo piscina, così da rimanere invisibili, ma anche in punti protagonisti, diventando piacevoli sedute o piccoli tavolini da caffè. Da preferire sono proprio le illuminazioni che oltre a garantire la giusta sintesi notturna di ombre e luci si tramutano, durante il giorno, in veri e propri elementi di arredo.

Cosa scegliere per i rivestimenti di esterni che amano i giochi luminosi?
La soluzione più azzeccata è un pavimento dal look minimale, capace di valorizzare gli accessori scelti con una palette cromatica neutra. I toni e le nuance sono quelle ruvide del gres porcellanato ad effetto cemento, un materiale che ben si presta a infiniti intenti di sperimentazione progettuale.

Mashup è la collezione Mirage che consente la massima libertà compositiva negli ambienti outdoor, per realizzare accostamenti inconsueti ad effetto minimal.