21 gennaio 2015

Una rotonda per la ceramica e il territorio. Premiato il progetto "Frame"

Venerdì 16 gennaio, presso Mirage, alla presenza dei rappresentanti del Comune di Pavullo del Frignano e del board Aziendale, si è tenuta la premiazione del contest Una rotonda per la ceramica e il territorio, l’iniziativa promossa da Mirage e patrocinata dal Comune di Pavullo nel Frignano, finalizzata alla ricerca di idee e soluzioni creative per la progettazione di una Rotatoria situata di fronte all’ingresso della sede Mirage. 

Numerose le proposte e i progetti ricevuti, orientati alla messa a punto di inedite interpretazioni dell’arredo della rotatoria, che mirano a valorizzare le valenze territoriali ovvero le risorse culturali, paesaggistiche ed economiche dell’area oggetto dell’intervento  e, nel contempo, promuovere la valenza dell’insediamento ceramico. Sono stati più di 150 i progetti ricevuti da oltre 15 Paesi: creatività e innovazione hanno incontrato un contesto più istituzionale, con risultati di grande interesse e improntati a visioni alternative e ingegnose del tessuto urbano.
 


La Giuria all’unanimità ha selezionato, quale vincitore, un progetto che si integra nell’ambiente produttivo, stimolando sinergicamente il dialogo/incontro con il paesaggio: Frame ,ideato da un gruppo di lavoro formato dall’Ing Francesco Bursi e dagli Architetti Valerio Bianchi e Costanza Bruini.



Il progetto Frame, oltre a valorizzare il paesaggio, crea allo stesso tempo un elemento nel quale il mondo naturale incontra quello industriale. Il nome, che deriva dal concept progettuale, prevede una cornice prospettica, un frame appunto, creata da elementi disgiunti al centro della rotatoria e capace di valorizzare lo spazio circostante, inquadrandolo. Avvicinandosi alla rotatoria la percezione di chi vede l’installazione cambia, e l’opera si tramuta in istallazione artistica.




Percorrendo la Via Giardini da entrambe le direzioni, l’obiettivo del progetto è quello di ricreare l’immagine emozionale di una cartolina raffigurante il panorama appenninico, una reinterpretazione in chiave moderna delle tanto amate cartoline postali: si tratta di un preciso riferimento territoriale, in quanto  saranno proprio l’ambiente, il contesto paesaggistico ed il mutare della stagioni a rendere l’opera ogni giorno diversa.




Il progetto Frame è stato scelto dalla Giuria anche per la sua duplice valenza interpretativa di "Porta verso l’Appennino", un modo per evidenziare chiaramente l’entrata verso le comunità montane ed  territori dell’Appennino modenese. 



Un plauso va comunque a tutti i progettisti, più di 150, che dall’Italia, India, Taiwan, Inghilterra, Nord Europa, Stati Uniti,  hanno raccolto il nostro appello alla creatività ed hanno risposto con progetti interessanti, stimolanti, creativi ed in gran parte mai scontati. Un segnale che mette in evidenza quanto la creatività, quella vera, quella distaccata dai puri rapporti di business, sia ancora viva e piena di energia.

Mirage ha scelto di interpellare il mondo della creatività che naviga in rete, attraverso web, social network e blogsfera, un rapporto tra l’azienda ed il mondo della creatività “online”, già sperimentato con successo con il concorso RESTILE che quest’anno è alla sua seconda edizione.